Ente Morale D.L. 5 aprile 1945, n. 224

Ente Morale D.L. 5 aprile 1945, n. 224
MAIL: anpi_pra@virgilio.it - TEL: 3463002468

BOIDO PIETRO "PIERIN"
Nizza Monferrato (Asti) 12/12/1914 - Cravasco (Genova) 23/3/1945

Pietro Boido
Operaio montatore al cantiere navale Ansaldo, militante comunista, appartenente ai GAP di Sestri Ponente. Elemento già conosciuto nella questura genovese per aver raccolto fondi  in  favore del Soccorso Rosso, è arrestato una prima volta il 30 settembre 1943 perché ritenuto responsabile di un attacco contro due soldati tedeschi avvenuto pochi giorni prima. Rilasciato, entra a far parte della brigata Sap "Alpron". L'8 gennaio 1945 viene arrestato una seconda volta, presso la propria abitazione nel quartiere di Sestri, e tradotto nella caserma fascista di Sampierdarena. Successivamente è trasferito alla Casa dello Studente e da lì alla 4ª sezione del carcere di Marassi. Il 23 marzo 1945 viene prelevato dalla sua cella e fucilato insieme ad altri diciotto detenuti nella rappresaglia di Cravasco.

Nessun commento:

Posta un commento