Ente Morale D.L. 5 aprile 1945, n. 224

Ente Morale D.L. 5 aprile 1945, n. 224
MAIL: anpi_pra@virgilio.it - TEL: 3463002468

Il giornalista Andrea Scanzi si iscrive all'ANPI
Oggi mi sono iscritto all'Anpi. L'avrei fatto comunque, ma la motivazione con cui Michele Serra l'ha restituita - "Fa troppa politica", in sostanza - mi ha spinto ad accelerare la pratica. Stimo Michele, che conosco e a cui devo molto, ma negli ultimi anni sono spesso in disaccordo con lui. E' assurdo accusare l'Anpi di fare troppa politica. Sarebbe come dire che un chitarrista suona troppo la chitarra. A meno che difendere la Costituzione, e criticare chi voleva e vuole dist...ruggerla, sia per Michele inaccettabile. Uno dei miei autori del cuore è Beppe Fenoglio. Tre/quattro volte l'anno devo andare in Langa e rivedere (e rivivere) i suoi luoghi, che furono anche e soprattutto i luoghi della Resistenza. Gli anni 1943/45 sono qualcosa di fondante e decisivo, che nel mio piccolo studio da sempre, grazie a docenti illuminati che al tempo dell'Università mi aprirono molte porte. Anche la mia città, Arezzo, fu teatro di guerre e stragi: di resistenza, di martiri, di rappresaglie. Chi opera all'Anpi - del tutto gratuitamente - lo fa per salvaguardare la nostra memoria, e senza consapevolezza del nostro passato non siamo niente. Questa mattina ho conosciuto persone straordinarie. Li ringrazio anche per avermi donato il fazzoletto tricolore e alcuni libri preziosi: "Fuochi sui monti dell'Appennino Toscano" di Antonio Curina, "Arezzo distrutta" e "Le stragi del 1944 nella Toscana Orientale" (entrambi di Enzo Droandi). E' questa l'Italia da cui ripartire: quella che ha contezza del passato, che lo preserva e lo divulga, fatta da persone - di ogni età - quotidianamente eroiche. Ho regalato la tessera Anpi anche ai miei genitori. Regalatevi, e regalate, la tessera Anpi per Natale: senza il ricordo di chi ha donato la vita per la nostra libertà non siamo niente.


Fonte: pagina facebook di Andrea Scanzi

Nessun commento:

Posta un commento