Ente Morale D.L. 5 aprile 1945, n. 224

Ente Morale D.L. 5 aprile 1945, n. 224
MAIL: anpi_pra@virgilio.it - TEL: 3463002468

Franco Antolini "Furlini"

Imperia 11/9/1907
Entra nel movimento antifascista neglia nni dell'università e, con un gruppo di intellettuali, fonda la rivista "Pietre". Nel 1928, durante il corso allievi ufficiali, viene degradato per motivi politici e assegnato a una compagnia di disciplina. Dopo i primi contatti con Carlo Rosselli, aderisce al movimento di Giustizia e Libertà ma, successivamente, nel 1935, si iscrive al Partito comunista. Nel giugno del 1937, è arrestato per appartenenza al Fronte unico antifascista e deferito al tribunale speciale ma, dopo due mesi di segregazione, è assolto per insufficienza di prove. A Genova, durante la Guerra di Spagna, è con Arturo Dellepiane tra i promotori dell'emigrazione dei volontari antifascisti. All'armistizio è con Aldo Gastaldi "Bisagno", Giovanni Serbandini "Bini" tra gli organizzatori della Resistenza, dando vita ai gruppi di Favale e di Cichero. Nel dicembre 1943 diventa componente del Comitato militare del PCI, responsabile dei collegamenti con il levante genovese. Il 18 marzo 1944 è arrestato dalle SS e dopo tre mesi, durante i quali resiste alle torture, viene deportato a Mauthausen. Rientrato in Italia nel giugno 1945, si dedicherà all'attività politica, ricoprendo varie cariche tra le quali quelle di consigliere comunale e provinciale a Genova.

Nessun commento:

Posta un commento