Ente Morale D.L. 5 aprile 1945, n. 224

Ente Morale D.L. 5 aprile 1945, n. 224
MAIL: anpi_pra@virgilio.it - TEL: 3463002468

Anpi, Cdl e Zona 3 denunciano per apologia del fascismo gli organizzatori di una manifestazione in camicia nera


Milano
L'ANPI Provinciale di Milano, la Camera del Lavoro di Milano e il Presidente del Consiglio di Zona 3 hanno presentato formale denuncia alla Procura della Repubblica di Milano, per apologia di fascismo e istigazione a delinquere, nei confronti degli organizzatori della manifestazione svoltasi a Milano il 29 aprile scorso, in memoria di Ramelli e Pedenovi.
Queste le principali manifestazioni e provocazioni neofasciste verificatesi negli ultimi quattro anni a Milano e nei Comuni   della Regione Lombardia.
29 aprile 2011 – provocazione di Forza Nuova nel corso di una iniziativa antifascista svoltasi al Centro Guicciardini per ricordare il 35° anniversario dell'uccisione del giovane Gaetano Amoroso da parte dei fascisti;
8 Luglio 2011 – Aggressione neofascista alla Camera del Lavoro di Milano;
29 Ottobre 2011 – ore 17,30 – Presidio Comitato Permanente Antifascista alla Loggia dei Mercanti per rispondere al raduno nazionale di Forza Nuova;
4 Marzo 2012 ore 10,00 – Presidio Comitato permanente Antifascista alla Loggia dei Mercanti contro iniziativa nazionale della Fiamma Tricolore;  
29 Aprile 2012 –  presidio del Comitato Permanente Antifascista alla Camera del Lavoro di Milano. A pochi passi nella sala Congressi della Provincia in via Corridoni, iniziativa neofascista a ricordo di Ramelli e Pedenovi;
6-7 Luglio 2012 - raduno estrema destra europea a Milano all'Hotel Michelangelo;
2 Dicembre 2012 – aggressione e grave ferimento di  un militante di un Centro sociale da parte di un gruppo di naziskin;
5 gennaio 2013 – imbrattamento lapide in via Guerzoni a Milano  e lapide a Sesto San Giovanni, dedicata ai fratelli Casiraghi. Gli imbrattamenti delle lapidi o le asportazioni delle corone sono purtroppo molto numerosi nella nostra città e nei comuni della Provincia;
20 aprile 2013 – raduno neonazista europeo a Malnate, in provincia di Varese, nella ricorrenza del compleanno di Hitler; 
29 Aprile 2013 - Sfilata neofascista in piazzale Susa che, strumetalizzando il doveroso ricordo di Ramelli e Pedenovi, fa aperta apologia di fascismo;  
15 Giugno 2013 –  raduno europeo nazifascista a Milano, in un capannone di Rogoredo;
23 Giugno 2013 –  partita di calcetto, a Niguarda, organizzata da Lealtà e Azione “Diamo un calcio alla pedofilia”; 
14-15 Settembre 2013 – a Cantù, in Provincia di Como, Festival Boreal, organizzato da Forza Nuova, con delegazioni provenienti da tutta Europa;
19 Ottobre 2013 – bombe incendiarie vengono fatte esplodere nella sede dell'Anpi di Legnano, danneggiando la Sezione. Compaiono anche scritte ingiuriose contro i partigiani;
2 Novembre 2013 – profanazione neofascista del sacrario del Monte San Martino (Varese). L'episodio ha assunto una particolare gravità perchè avviene, fra l'altro, proprio in coincidenza con il settantesimo anniversario di quella battaglia ricordata come l’episodio che diede inizio alla lotta partigiana nel Nord Italia e come uno dei primi e significativi esempi di opposizione all’occupazione nazifascista;
17 gennaio 2014 – convegno promosso dal gruppo Alpha, organizzazione giovanile di Lealtà e Azione all'interno del Politecnico di Milano;
21 aprile 2014 – ritrovamento volantini in via Moscova, inneggianti al compleanno di Hitler. Uno di essi è stato infilato nella cassetta postale della sede dell'ANPI Provinciale di Milano in via San Marco 49;
25 aprile 2014 – in mattinata parata neofascista al campo 10 di Musocco, dove sono sepolti i resti di esponenti della Repubblica di Salò, tra cui Alessandro Pavolini, Francesco Colombo, fondatore della Muti, alcuni gerarchi fucilati a Dongo, diversi militanti della X Mas;
25 aprile 2014 – sempre in mattinata, nella sede Aler di via Palmieri1, affittata ad una associazione che fa da prestanome ai neofascisti, Forza Nuova che una sentenza della Suprema Corte di Cassazione, ha definito come formazione nazifascista, espone uno striscione offensivo nei contronti della Resistenza. L'ANPI di Milano ha per ben due volte chiesto all'Aler, la revoca del contratto di affitto concesso alla società che fa da prestanome a Forza Nuova, senza ricevere alcuna risposta;
29 aprile 2014 – nonostante la diffida scritta del Questore di Milano, da piazzale Susa parte la  consueta sfilata, con ostentazione di simboli e slogans di aperta apologia di fascismo; 
8 giugno 2014 – torneo di calcetto “diamo un calcio alla pedofilia” a Niguarda, organizzato da Lealtà e Azione, con il patrocinio di Provincia e Regione;
14 giugno 2014 – nel pub discoteca della zona industriale di Brugherio concerto degli Hammerskin indetto per finanziare Alba Dorata, con  delegazioni provenienti da Ungheria e Francia.
FONTE: A.N.P.I. NAZIONALE

Nessun commento:

Posta un commento