Ente Morale D.L. 5 aprile 1945, n. 224

Ente Morale D.L. 5 aprile 1945, n. 224
MAIL: anpi_pra@virgilio.it - TEL: 3463002468

Ostia blitz razzista di Forza Nuova e Casa Pound: pupazzi insanguinati contro il ministro Kyenge. Lei:"Vado avanti".


I volantini di Forza Nuova davanti alla sede di un municipio di Roma contro la partecipazione del ministro Kyenge ad un dibattito a Ostia, quartiere litorale della Capitale. (Ansa)


Nuovo, clamoroso gesto di razzismo e intolleranza contro il ministro per l'Integrazione Cecile Kyenge, destinataria oggi ad Ostia di uno striscione, firmato Casa Pound, con la scritta «L'Italia non è una burocrazia. No allo "ius soli"», ma anche di tre fantocci, "insanguinati" con salsa di pomodoro e realizzati con abiti, carta e plastica, lasciati sul marciapiede davanti al cancello d'ingresso della sede del X Municipio assieme a un volantino di Forza Nuova con su scritto "l'emigrazione è il genocidio dei popoli, Kyenge dimettiti". «Al solito modo. Loro - afferma il ministro - continuano con le provocazioni, io vado avanti e credo che questi attacchi sempre di più debbano essere visti come un attacco ad una carica istituzionale, ad una persona che siede all'interno delle istituzioni. Per quanto mi riguarda continuo il mio lavoro».

Una bieca protesta, quella messa in scena dalle due formazioni di estrema destra particolarmente attive nella Capitale, che aveva come obiettivo il ministro per l'Integrazione in arrivo sul litorale di Roma per partecipare ad un dibattito organizzato proprio nella sede del Municipio dai Giovani democratici. Tra i primi a prendere posizione contro l'ignobile gesto c'è il presidente del Municipio, Andrea Tassone: «La politica non può restare a guardare, così come la nostra città. Ostia è una città aperta, solidale e democratica. Il blitz di Forza Nuova è indegno e non ha nulla a che vedere con il confronto democratico in programma per oggi. Attendiamo a braccia aperte».


Dura e immediata la condanna del blitz anche dal sindaco di Roma, Ignazio Marino:
«Roma é una città che vanta una tradizione millenaria di accoglienza, non sarà il gesto isolato di pochi violenti a fermare il coraggioso lavoro sull'integrazione che sta svolgendo il ministro Cecile Kyenge», che il primo cittadino di Roma ha invitato al Campidoglio «per farle sentire la forte vicinanza delle istituzioni e l'affetto di tutti i cittadini romani». Per l'arrivo del ministro ad Ostia, dove è attesa intorno alle 18.30, sono state immediatamente rafforzati i dispositivi di sicurezza.

FONTE:
http://www.ecn.org/antifa/article/3955/ostia-blitz-razzista-di-forza-nuova-e-casa-pound-pupazzi-insanguinati-contro-il-ministro-kyenge-leivado-avanti187

Nessun commento:

Posta un commento